Sara Morganti
Equitazione

Sara Morganti pratica equitazione da quando aveva 13 anni. La passione era tale già quel tempo, che dava una mano in un maneggio per potersi permettere di montare a cavallo.

A 19 anni, dopo anni di problemi di salute per i quali i medici non riuscivano a trovare spiegazione, le è stata diagnosticata la sclerosi multipla. Inizialmente sembrava una forma abbastanza benigna, ma nel 1997 Sara ha cominciato a peggiorare e dopo neanche un anno non era più in grado di camminare.

Tra le grandi rinunce che aveva dovuto fare a causa della malattia c’era anche quella delle gare di equitazione. Prima di ammalarsi praticava il salto a ostacoli e questo nelle sue nuove condizioni di salute non era assolutamente più possibile.
Pur continuando a montare a Sara mancavano il brivido della competizione, e le emozioni che si provano in gara. Nel 2005, a dieci anni dalla diagnosi, ha scoperto che a pochi chilometri da casa vi era un centro ippico che preparava gli atleti disabili alle gare di equitazione paralimpica. Vi si è recata e dopo appena un mese era ai suoi primi Campionati Italiani Assoluti Paralimpici di equitazione. Aveva preparato la gara in meno di un mese e ha vinto un oro e un argento.

L’anno successivo Sara ha vinto due ori al Campionato Lombardo Open, due ori al Campionato Toscano e due ori ai Campionati Italiani Assoluti Paralimpici di equitazione. In virtù di questi risultati è stata nominata atleta di interesse nazionale nel 2005 e nel 2006.

Subito dopo i Campionati del 2006 però, Sara ha iniziato a soffrire di dolore neuropatico cronico a causa della malattia e per due anni è stata lontana dai cavalli nella speranza che ciò potesse aiutare a eliminare il dolore. Non trovando soluzione Sara ha deciso di tornare comunque in sella.

Ha ricominciato ad allenarsi con costanza dal marzo del 2009 ed è riuscita a prepararsi per i Campionati Italiani Assoluti Paralimpici di quell’anno. Ha vinto un oro nel tecnico, uno nel freestyle e il premio d’onore come miglior risultato tecnico assoluto. In virtù di questi risultati si è qualificata per gli Internazionali di luglio 2009 a Casorate Sempione e per gli Europei di agosto 2009 svoltisi in Norvegia.

Da allora Sara ha sempre fatto parte della Nazionale Italiana di Paradressage nei grandi appuntamenti ottenendo sempre buoni risultati.

Sara nella sua carriera ha vinto 10 Titoli Italiani Tecnici, 8 Titoli Italiani Freestyle, ha vinto quattro bronzi Europei e ha vinto un Argento Tecnico e un Oro Freestyle ai Mondiali del 2014.

Nonostante un grave infortunio del giugno del 2011 nel quale ha riportato una frattura scomposta di tibia e perone, per cui ancora oggi porta quattro chiodi nella gamba, è riuscita a contribuire alla qualifica dell’Italia per le Paralimpiadi di Londra 2012.

Alla fine di agosto del 2012 è approdata alla tanto sognata Londra ed è arrivata a un passo dal podio nel Freestyle.

L’ottenimento del quarto posto a Londra l’ha motivata a perseverare con il lavoro per vedere se con gli anni, il giusto supporto tecnico, il lavoro, e il sacrificio, potesse arrivare qualche risultato migliore. Così è stato visti i due bronzi Europei vinti nel 2013, il Titolo Mondiale vinto in Freestyle e l’argento Mondiale nel Tecnico nel 2014 e il bronzo Europeo nel 2015.

Grazie ai risultati che ha ottenuto a livello internazionale Sara è ai vertici della Ranking List Mondiale ormai dal 2013.

A Sara sono stati conferiti numerosi premi e onorificenze tra cui la Medaglia di Bronzo al valore Atletico per il Bronzo Europeo e la Medaglia D’Oro al Valore Atletico per l’Oro Mondiale, il Pegaso D’oro per lo Sport con il Titolo di Sportivo Toscano dell’anno nel 2014 e il San Cristoforo D’Oro.

Durante questi anni, tra una competizione e l’altra, Sara si è laureata in Lingue e Letterature Straniere nel 2008 e le mancano pochi esami al completamento della Laurea Magistrale in Traduzione. Per poter portare avanti la sua attività agonistica lavora come segretaria in un’azienda privata dal 2010.

Nel 2013 le è stato affidato l’incarico di Delegata del Cip Toscana per la Provincia di Lucca e a febbraio del 2014 ha sostenuto e passato l’esame per l’ottenimento della Qualifica di Tecnico di Equitazione Paralimpica per Meriti Sportivi.

Equitazione
Grande amante degli animali e dello sport, Francesca si è avvicinata per la prima volta ai cavalli e all’equitazione...
Equitazione
Silvia ha sempre amato i cavalli fin da bambina, ha 15 anni quando riesce finalmente ad averne uno tutto suo. Cresce...