Raimondo Alecci
Tennistavolo

Raimondo Alecci, nato a Catania il 03/09/1982, si è diplomato in Perito Tecnico Industriale e lavora per una società di Call Center della Vodafone. Il suo amore per lo sport, in generale, lo fa approdare al Tennistavolo Paralimpico già da giovanissimo, nonostante la sua malformazione congenita (una malattia simile alla Spina Bifida): a 9 anni, infatti, inizia a giocare nella società “Iride Catania”, nella categoria classe 5, ossia in carrozzina.

Dopo due anni Raimondo si ferma per proseguire gli studi ma appena finisce decide subito di ricominciare di nuovo con “l’Iride Catania”. L’anno successivo vince il primo titolo ai Campionati Italiani Giovanili Open in carrozzina e raggiunge anche il 4° posto assoluto a livello italiano nella classe 5.

Dopo qualche anno di attività Raimondo fa una scelta importante per il futuro della sua carriera: gareggiare in classe 6 anziché la classe 5, passando dal gioco in carrozzina al gioco in piedi. Nel 2006, giocando nella nuova categoria, conquista subito tre medaglie d’oro: ai Campionati Regionali a Palermo, ai Regionali Open Giovanili ed arriva primo anche ai Campionati Italiani a Lignano. Ma Raimondo ama le sfide e decide di gareggiare anche con i normodotati, vincendo il campionato a squadre di serie D1, con conseguente promozione in serie C2 Regionale con la società “Gemini Ct”.

Da qui la scalata della vera affermazione per Raimondo: inizia partecipando al Nono Trofeo del Mediterraneo a Favara (AG) e al Lignano Master Open per classi 1/10 a Lignano Sabbiadoro, dove conquista la sua prima medaglia d’argento a squadre. Nel 2009 arrivano anche alcuni risultati internazionali: la medaglia d’oro a squadre ai Czech Open a Ostrava (Rep. Ceca) e la medaglia di bronzo al Torneo Internazionale di Brasilia. Successivamente partecipa agli Europei a Genova, raggiungendo la 20° posizione nel Racking Mondiale, ultima posizione utile per la qualificazione al Mondiali in Corea del 2010, dove si classifica al 5° posto.

L’anno successivo è il momento degli Europei di Spalato 2011 (Cro): 8° posto. Poi la sorpresa più grande: visti i risultati ottenuti, Raimondo riesce a qualificarsi per leParalimpiadi di Londra 2012. Un 5° posto che vale come una medaglia d’oro, vista la giovane carriera.

Proseguono molte vittorie sia a livello regionale che interregionale ma a novembre 2015 Raimondo Alecci purtroppo è ancora fuori dalla classifica per le qualificazioni di Rio 2016. La sua caparbietà però non lo ferma e a dicembre decide di partecipare, a proprie spese, al Campionati Open Internazionali Paralimpici a San José in Costa Rica dove porta a casa una medaglia d’oro nel singolo di classe M6, un bronzo nella gara a squadra, ben 53 punti e 7 posizioni in graduatoria:

Raimondo Alecci conquista così il pass per le Paralimpiadi di Rio De Janeiro 2016,continuando a sognare sempre più in alto.