Nadia Fario
Tiro a segno

Nadia Fario nasce a Padova il 31 ottobre del 1964, nella cui provincia è tuttora residente. Il suo debutto nella pistola P2 (10 metri) – P4 (50 metri) categoria SH1-C, risale al 2012. Gareggia per una delle società più attive nel mondo sportivo dei disabili, l’Aspea Padova. Un passato da volontaria tra i disabili prima di essere colpita dalla sclerosi multipla.

Quando si è avvicinata al tiro a segno mai avrebbe immaginato di poter raggiungere livelli così alti da portarla a disputare le paralimpiadi di Rio 2016. Questa disciplina le ha inoltre regalato tanta calma e serenità per convivere meglio con la sua disabilità.

Nadia Fario si allena 3 ore al giorno 5 giorni alla settimana. Il suo allenatore, Ivano Borgato, che vanta due partecipazioni alle paralimpiadi, è anche il compagno di vita e grande motivatore. Prima di entrare in gara Nadia Fario per concentrarsi meglio cerca di ricordarsi sempre la prima gita che ha fatto in montagna con Ivano alle Tre Cime di Lavaredo.