Giulio Tronca
Equitazione

Giulio Tronca ha 62 anni ed è in carrozzina da 9 anni a causa di un incidente stradale.
Da più di vent’anni si dedicava all’attività equestre a sella in passeggiate, vivendo il cavallo come contatto con la natura e pratica sportiva.
Dopo l’incidente inizia l’attività degli attacchi (cavallo e carrozza) a livello agonistico.

Giulio si allena al Centro Ippico “Il Girasole” di Bassano del Grappa con l'istruttore Flavio Lunardon che lo aiuta nella gestione del cavallo e lo accompagna nelle gare. 

Nel 2014 e nel 2016 al Campionato Italiano di Completo a Caravino Giulio ottiene la medaglia di bronzo della categoria 1° grado normali e a Sommacampagna la medaglia d’oro durante il Campionato Veneto categoria 1° grado. Due risultati di grande valore per Giulio che - dal 2012 - è Campione Nazionale Paralimpico.

Nel 2016 partecipa al Campionato Nazionale tedesco Paradrivers a Monaco e al Campionato Mondiale Paradrivers a Beesd in Olanda come primo paradriver italiano a questa competizione.

Nel 2017 partecipa a tre completi di cui due nazionali e uno internazionale e ottiene buoni piazzamenti anche nelle categorie dei normodotati.

Tutte esperienze meravigliose e fondamentali per guardare al futuro con ottimismo.

Come in tutti gli sport, spiega Giulio, per ogni risultato positivo bisogna passare per tanti risultati mediocri se non negativi. Ma per lui costruire qualcosa di veramente importante, ad esempio un buon team sia nelle gare che nelle trasferte, riesce a farti guardare alla disabilità con un occhio diverso: è una sfida in cui ti devi misurare in prove e inventare soluzioni che nessuno può regalarti.

Certo, nella pratica degli attacchi il protagonista è sempre il binomio cavallo-driver e per superare prove di difficoltà così alta - come quello di una gara di Completo - bisogna fare un percorso complesso e impegnativo, ma per Giulio ne vale sempre la pena.