Giovanni Achenza
Paratriathlon

Giovanni Achenza, nato ad Ozieri, in provincia di Sassari, il 31 luglio 1971, è un atleta di Paratriathlon che, a seguito di un incidente sul lavoro all’età di 32 anni, ha riportato una grave lesione midollare.

E’ un periodo difficile quello che attraversa Giovanni dopo l’incidente, la convalescenza è dura e, soprattutto all’inizio, ancor più difficile sembra riuscire a trovare dei nuovi stimoli per sé e la propria vita. Ma Giovanni, ancora una volta, prende le difficoltà di petto, affrontandole con forza e determinazione; e non si arrende.

E’ in un giorno apparentemente come un altro che Giovanni, grazie ad un ortopedico, scopre una cosa che gli cambierà la vita, segnando la svolta decisiva: l’handbike. Per Giovanni Achenza è un nuovo inizio, e dalle passeggiate nei giorni di sole con la famiglia inizia ad usare la sua bicicletta sempre più spesso, occupando le sue giornate con una nuova passione. Gli piace la fatica, la sensazione del vento sulla faccia, e così nel 2007 inizia la sua nuova vita da sportivo. Dopo aver ottenuto e detenuto il titolo di Campione Italiano di Handbike dal 2009 al 2015 ed essersi posizionato ottavo ai Mondiali di Paraciclismo del 2009, nel 2013 l’atleta sardo decide di mettersi alla prova in altre discipline ed arriva sul gradino più alto del podio in occasione del primo Campionato Italiano di Paratriathlon.

Nel panorama del Paratriathlon le soddisfazioni sportive continuano per questo atleta con la A maiuscola: nel 2014 è quarto classificato ai Campionati Europei di Kitzbuel, secondo classificato nella tappa World Cup a Besancon e terzo classificato nella tappa World Cup a Londra. L’anno successivo ancora ottimi risultati per Giovanni Achenza: si posiziona quinto al Campionato del Mondo di Paratriathlon di Chicago e sale sul gradino più alto del podio a Edmonton, in Canada.

La vittoria più grande del 2016? La qualificazione per le Paralimpiadi di Rio, ovviamente!