Francesca Salvadè
Equitazione

Francesca Salvadè (1989, Genova) è affetta da Spina Bifida dalla nascita.

Grande amante degli animali e dello sport, Francesca si è avvicinata per la prima volta ai cavalli e all’equitazione verso i 3 anni, in campagna, in un maneggio vicino alla casa dove passava parte delle vacanze estive. Le prime vere lezioni sono cominciate verso i 5 anni, al Club Ippico Rapallo con Andrea Bianchi. Qui, Francesca montava i due pony Zefiro e Astrid. Con Astrid, nella disciplina del salto ostacoli, con i normodotati, gareggiando in categoria B110 arrivano le prime soddisfazioni.

A 15 anni la cavalla di sua sorella passa a lei. Ceyline ha un carattere particolare ma in gara dà il meglio regalando vittorie e gioie. Cavalcando Ceyline Francesca vince medaglie regionali e nazionali nel salto ad ostacoli e ottiene la patente di 1° grado.
Nell'ottobre 2011 è arrivato Comy, il suo primo cavallo da dressage con cui vince il mio primo premio internazionale e partecipa alle Paralimpiadi a Londra 2012. Nel 2013 arriva anche il piccolo Muggel che è il cavallo di punta di Francesca e compagno di vita insostituibile.
Con Comy e Muggy si trasferisce a Roma, alla Scuderia C&G di Ariccia, dove tuttora monta con il tecnico Deodato Cianfanelli.
Con Muggel, cavallo dalle qualità indiscutibili ma da carattere non sempre facile, partecipa a due europei e ai Weg 2014. La più grande gioia è il 4° posto individuale agli Europei 2015 a Deauville, ma soprattutto la recente vittoria, con i compagni di squadra e il tecnico Laura Conz, dell’Italia alla gara a squadre dello CPEDI di Uberherm in Germania.

Per la prima volta, Francesca ha vinto con la sua squadra all’estero provando l’emozione di sentire l’inno italiano, una gioia incredibile resa ancora più forte dal fatto di condividerla con i suoi compagni e i suoi amici speciali.

Ulteriore soddisfazione regalata dal piccolo Muggy è la convocazione ufficiale per la partecipazione alle Paralimpiadi di Rio 2016. Il coronamento di un sogno con il suo "nano", come ama chiamare Muggy, il compagno di vita con cui si sente cresciuta e pronta per affrontare questa nuova avventura.

Francesca, ci tiene a precisarlo, nel suo percorso ha incontrato dei cavalli speciali che l’hanno sempre ripagata delle fatiche, dei sacrifici e del tanto lavoro. Ad aprile è anche arrivato il suo nuovo puledro che ha già debuttato in gara ottenendo ottimi punteggi.
Ora mancano gli ultimi sforzi e grande lavoro di perfezionamento per arrivare a Rio più pronta e carica che mai.

I post

20 marzo 2017 / Francesca Salvadè
Buongiorno a tutti!!!!...Finalmente ho un pochino di tempo e ritorno a scrivere qui su Atleti Speciali... ultimament...
9 novembre 2016 / Francesca Salvadè
Eccoci di nuovo! Dopo un po di assenza "forzata"... È stato un periodo bello duro!Ho dato tutti gli esami al master...
13 ottobre 2016 / Francesca Salvadè
Eccoci qui, ormai è passato un mese da quella cerimonia di apertura dei giochi Paralimpici di Rio al Maracanà... qua...