sostieni gli atleti
Ferdinando Acerbi
Equitazione

Panoramica della scuderia e del campo gara a Rio 2016. Giochi paralimpici

Impianti bellissimi ed imponenti, dove si respirano ancora le emozioni vissute qualche settimana fa durante i Giochi Olimpici.

È strano pensare di dover, fra qualche giorno, calpestare lo stesso terreno ancora colmo del sudore e della fatica di tanti mostri sacri, alcuni dei quali ero avvezzo combattere ad armi pari.

È strano respirare l'energia residua di quel che è stato, vedere nella mente le tribune piene e sentire il rumore di zoccoli fantasma sul terreno.

È strano assimilare tutto ciò e farne tesoro, proiettarsi fra qualche giorno e vedere tanti atleti attorno a me, che probabilmente vivranno le stesse emozioni, fieri di essere persone speciali che hanno ottenuto il privilegio di essere qui, consci che la nostra passione è la stessa di quella di chi era qui ad agosto, come uguali sono la dedizione, la fatica, il dolore... e l'onore.

Grazie allo sport, grazie alla vita.

post_acerbi
COMMENTI
Leggi anche
Bebe o non Bebe
Credo che se Federica Pellegrini avesse vinto due medaglie avrebbe fatto molto “rumore”, forse più di quanto ne stia facendo B...
Il perchè di Atleti Speciali
Ci sono eventi che, in maniera più o meno drastica, impongono un cambiamento! Dal giorno del mio incidente anche io, come molt...
Il giorno dopo
Spiegare le emozioni di una partecipazione alle Paralimpiadi è un compito arduo al quale mi accingo con la tensione di non ess...