sostieni gli atleti
Ferdinando Acerbi
Equitazione

La bellezza della normalità

Non è uno scherzo nè un paradosso. Quello che mi è rimasto della cerimonia di apertura e che respiro giorno dopo giorno nel campo di allenamento accanto agli altri atleti è un fantastico gusto di normalità.

Qui la disabilità è vestita di fierezza, bellezza, gesto atletico, eleganza, sorrisi, allegria, voglia di dare il meglio di sè. Esattamente lo stesso abito che portavo da atleta normodotato, e che portano tutti gli atleti.

E non diteci che abbiamo già vinto per il solo fatto di esserci, casomai abbiamo vinto per il semplice fatto di essere noi, di avere imparato ad accettarci e amarci per quello che siamo, con le nostre imperfezioni e con i nostri handicap senza troppe paranoie inutili.

Il fatto di essere qui è solo l'inizio, la vittoria la racconta il podio.

blog-post-acerbi-int
COMMENTI
Leggi anche
Bebe o non Bebe
Credo che se Federica Pellegrini avesse vinto due medaglie avrebbe fatto molto “rumore”, forse più di quanto ne stia facendo B...
Il perchè di Atleti Speciali
Ci sono eventi che, in maniera più o meno drastica, impongono un cambiamento! Dal giorno del mio incidente anche io, come molt...
Il giorno dopo
Spiegare le emozioni di una partecipazione alle Paralimpiadi è un compito arduo al quale mi accingo con la tensione di non ess...