sostieni gli atleti
Ferdinando Acerbi
Equitazione

Bebe o non Bebe

Credo che se Federica Pellegrini avesse vinto due medaglie avrebbe fatto molto “rumore”, forse più di quanto ne stia facendo Bebe, e quindi, probabilmente, sarebbe andata lei a cena da Obama, o più probabilmente ci sarebbe andato Valentino se domenica avesse vinto invece di sdraiarsi sulla pista.

In ogni caso non mi pare ci sia altro atleta, parimenti medagliato, paralimpico o no, che abbia raggiunto la notorietà e la “forza” di Bebe, nell’essere oggi, e sottolineo oggi, chi meglio rappresenta l’eccellenza dello sport italiano. Mi sono soffermato sull’oggi perché noi atleti sappiamo molto bene che lo sport è un alleato terribile, che ti sbugiarda in ogni momento, che spesso ti avvolge nelle sue spirali per scaraventarti in alto e in basso con altrettanta facilità, quindi CARPE DIEM!! e se proprio quel DIE ti capita anche di poter portare alla luce una serie di problematiche sociali e un messaggio positivo, senza nemmeno doverne parlare peraltro? Non pensate anche voi che sia una cosa bella per tutti? 

Non credo che Bebe soffra la pressione mediatica in termini tali da poterne subire psicologicamente, io l'ho vista e vi dico che lei… fa lo sport! Quello vero, dove non ci sono sconti, o dentro o fuori, faccia a faccia con il suo avversario, e se ho visto bene… si diverte come una matta, e se si diverte come una matta … AMA il suo sport! Lo ama a tal punto da sapere quanto effimera e breve possa essere la corresponsione di questo amore, quindi semplicemente vive quello che si è guadagnata, anche e soprattutto per il fatto di essere se stessa. Quindi non mi preoccupo.

Potrei andare avanti e polemizzare punto per punto l’articolo (parlo di questo: www.nextquotidiano.it/gli-insulti-bebe-vio-la-cena-alla-casa-bianca) e rodermi il fegato per ore, invece il mio primo pensiero è stato positivo; ho pensato, vuoi vedere che ci siamo?

SI! Perché se al posto di Bebe ci fosse stata la Pellegrini… apriti cielo! Troppo magra, troppo bionda, antipatica, sempre lei. Per non parlare di Valentino: evasore, troppo giallo, troppo 46, come ovviamente chiunque altro avesse messo piede su quell’aereo. Quindi ben venga Bebe troppo… Bebe!

A nessuno è venuto in mente che questo personaggio (neutro), rappresenta oggi l’eccellenza italiana nello sport davanti a tutto il mondo! Che ci rappresenta tutti, abili o meno, medagliati o meno. Ognuno di noi, che si alza la mattina ed affronta una sfida sportiva è a pranzo con Obama! E che lo Sport, quello vero, è una cosa meravigliosa, che ci mette tutti alla pari senza discriminazioni e ci dimostra quotidianamente come sia così. SI, perché finalmente si parla di sport paralimpico come di uno sport, anche nelle polemiche! Finalmente anche un atleta paralimpico può essere più o meno simpatico! Finalmente anch’io posso avere delle persone con cui discutere invece che la solita sfida di sorrisi compiaciuti!

COMMENTI
Leggi anche
Il perchè di Atleti Speciali
Ci sono eventi che, in maniera più o meno drastica, impongono un cambiamento! Dal giorno del mio incidente anche io, come molt...
Il giorno dopo
Spiegare le emozioni di una partecipazione alle Paralimpiadi è un compito arduo al quale mi accingo con la tensione di non ess...
Meno uno
Meno uno alla gara individuale, in cerca della massima concentrazione mi carico di energia e cerco ispirazione nel movimento d...