Federico Morlacchi
Nuoto

Federico Morlacchi è un atleta italiano, nato a Luino (VA) nel 1993. È affetto da ipoplasia congenita al femore sinistro ma questo non gli ha impedito di dedicarsi al nuoto agonistico paralimpico fin dal 2003, a soli 10 anni, nella categoria S9.

Ragazzo spigliato e senza peli sulla lingua, Federico Morlacchi ama scherzare, leggere, guardare film e soprattutto mangiare giapponese. Si definisce, infatti, “un goloso incredibile di dolci e un poltroniere altrettanto incredibile” . Il suo sogno extrasportivo è diplomarsi in osteopatia e sistemarsi. Ama la musica, tanto che il suo motto nella vita viene proprio dal testo di una canzone…” We take care of our own di Springsteen” .

Nel novembre 2013, Federico Morlacchi viene nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per i successi sportivi ottenuti.

Tesserato con la Polha Varese, Federico Morlacchi veste per la prima volta la maglia azzurra nel 2009 ai Campionati europei IPC di Reykjavik, dove vince due bronzi, e Campionati europei IPC di Berlino, dove sale sul secondo gradino del podio. La sua forza e la sua tenacia lo portano a gareggiare anche con i normodotati: nel 2010, prende parte agli Europei in vasca corta LEN e ottiene un terzo posto nei 100m farfalla.

L’apice della sua carriera arriva nel 2012 con la partecipazione alle Paralimpiadi di Londra: Federico torna a casa con ben tre medaglie di bronzo e due record italiani in tasca.

Ma il palmares dell’azzurro Morlacchi non si ferma qui. Tra il 2013 e il 2014, partecipa a mondiali ed europei, laureandosi Campione del Mondo e d’Europa con ben 8 medaglie, di cui 6 d’oro e nuotando per la prima volta sotto il muro del minuto.

Nell’aprile del 2015, al Meeting Internazionale di Berlino, Federico infrange la barriera dei 59 secondi nella specialità 100 farfalla, registrando il tempo di 58”91 e stabilendo così il nuovo record del mondo di categoria. Tre mesi più tardi, ai Campionati Mondiali di Nuoto Paralimpico di Glasgow, Federico Morlacchi ha riconfermato il podio nel 200mt misti, ottenendo la qualificazione per le prossime Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016.

Agli Europei di Funchal in Portogallo, a maggio 2016, Federico è stato uno degli atleti protagonisti: ha conquistato ben 4 medaglie d’oro rispettivamente nei 100 delfino S9, nei 200 misti SM9, nei 100 stile libero S9, nei 100 rana SB8 e nei 400 stile libero ed un argento nella staffetta 4×50 mixed con Vincenzo Boni, Arjola Trimi e Giulia Ghiretti.