Fabrizio Caselli
Canottaggio

Fabrizio Caselli nasce a Pelago (FI) il 17 novembre del 1968. Da sempre grande amante dello sport, è un sub ma nel 2000 subisce un incidente che gli fa perdere l’uso di entrambe le gambe. Gli viene diagnosticata una paraplegia da embolia subacquea. Lo sport aiuta Fabrizio a superare la sua condizione e trovare la forza di rinascere e rimettersi in gioco: inizia a praticare l’Handibike, categoria MH5. Già nel 2006 partecipa alla Maratona di Firenze e a settembre 2014 vince la Maglia Rosa del Giro d’Italia Handbike a Bardonecchia.

Ma Fabrizio Caselli ama così tanto le sfide che, nel 2011, decide di provare anche un altro sport: il Para-Rowing, il Canottaggio Paralimpico, nella categoria AS specialità 1X, singolo. Anche qui Fabrizio dimostra di essere un grande atleta. Dal 2011 al 2015 infatti vince ben 5 Titoli Italiani nel singolo, categoria AS, e 4 Titoli Italiani Indoor nel Remoergometro, con la sua società, “Canottieri Firenze”.

Nel 2012 i registi Alessio e Claudio Focardi hanno raccontato la vita di Fabrizio nel film documentario “Fabrizio Misce Caselli un atleta, un eroe…un Uomo”  che, nello stesso anno, vinse il premio “San Marino Film Festival”.

Nel 2013 veste per la prima volta anche la maglia della Nazionale Azzura Para-Rowing: partecipa ai Mondiali Chung Ju (KOR) e conquista un 6° posto. L’anno successivo si aggiudica le sue prime medaglie nazionali: al Memorial D’Aloja Piediluco (TR) 2014 vince due medaglia d’oro nel singolo AS e poco tempo dopo un argento alla Gara Internazionale di Gavirate. Un gran bel bottino per l’azzurro Fabrizio Caselli.

Nello stesso anno alla tappa francese della Coppa del Mondo 2014 conquista una medaglia di bronzo e la convocazione ai Mondiali Amsterdam (NED). Migliora la sua posizione classificandosi al 5° posto e fa il suo Record Personale.

Anche il 2015 riserva a Fabrizio Caselli grandi risultati: alla Gara Internazionale di Gavirate porta a casa 2 medaglie, un oro ed un bronzo. Qualche mese dopo ai Mondiali Aiguebelette (FRA) 2015 si ferma all’8° posto, ma conquista ciò che più sperava: il biglietto di andata per le Paralimpiadi di Rio De Janiero 2016.

Intanto festeggia il successo nella Regata Internazionale Para-Rowing di Gavirate 2016, conquistando un’altra medaglia d’oro, in maglia azzurra.