Carmen Acunto
Atletica leggera

Carmen Acunto, nata ad Alessandria l’11 agosto 1972, vive a San Salvatore Monferrato. Inizia nel 1986 la sua carriera nell’Atletica leggera Paralimpica: il getto del peso in carrozzina per la categoria F55 è la sua specialità, ma si cimenta anche nel lancio del disco e del giavellotto in carrozzina, con la società GSH Sempione.

Nel 1992 un grave incidente stradale le provoca una lesione dorsale e una conseguente paraplegia, ma l’atleta azzurra, grande esempio di caparbietà e coraggio, riesce a rimettersi in gioco e quattro anni dopo partecipa ai Campionati Italiani di Domodossola, dove vince i suoi primi tre titoli italiani nel peso, nel giavellotto e nel disco.

Nel 1998 esordisce con la Nazionale ai Mondiali di Birmingham: guadagna un 5° posto nel peso e un 6° nel disco. Nel 2001 partecipa agli Europei di Nottwil in Svizzera e vince la sua prima medaglia: un bronzo nel disco, con la misura di 17,89 metri.

Negli anni successivi continuano ad arrivare ottimi risultati: nuovo primato nel peso con 6,66 ai Mondiali di Lille 2002 in Francia e ai Campionati Europei 2003 ad Assen, in Olanda, Carmen conquista un quarto posto nel lancio del disco e una splendida medaglia d’argento nel getto del peso, con la misura di 7,14. Queste soddisfazioni vengono premiate dal Sindaco Mascarino del Comune di Casale Monferrato che le consegna il riconoscimento di atleta dell’anno 2003.

Nel 2004 partecipa ai Giochi Paralimpici di Atene ed è scelta come tedofora per le Paralimpiadi invernali di Torino 2006. Attuale primatista italiana nelle sue tre specialità (14,64 nel giavellotto, 19,64 nel disco e 7,98 nel peso) e campionessa assoluta da vari anni, la portacolori ancora oggi, all’età di 43 anni, riesce a partecipare ai Mondiali di Doha 2015 guadagnandosi un dignitoso settimo posto nel peso.