Andrea Alberto Pellegrini
Scherma in carrozzina

Andrea Alberto Pellegrini nasce a Civitavecchia il 22 dicembre del 1970. Nel ’91, rientrando in caserma per il servizio militare, alla stazione di Ladispoli, cade sul marciapiede: la borsa si impiglia ad uno scalino del treno e Andrea viene trascinato per una ventina di metri circa, risucchiato sotto le rotaie. Ha subìto un’immediata amputazione alla gamba destra. Inizia la riabilitazione al Santa Lucia dove entra in contatto con lo sport paralimpico. E’ sempre stato un’atleta: prima dell’incidente faceva arti marziali e puntava ad entrare in Nazionale.

L’incidente cambia il suo percorso, ma non la voglia di vincere e di combattere sempre. Così si avvicina sia alla Scherma in Carrozzina, che al Basket in Carrozzina, come cestista nel Santa Lucia Roma ed ottiene da subito grandi risultati. In ambito regionale, conquista 10 Titoli Italiani, 9 Coppe Italia e 3 Super Coppe Italiane nel Basket in Carrozzina e 4 Titoli nella Scherma in Carrozzina, nelle sue specialità: fioretto, spada e sciabola sia individuale che a squadre, Categoria A Maschile.

In entrambe le discipline sportive viene chiamato, molto presto, anche in Nazionale. Nel 1995 partecipa agli Europei di Scherma in Carrozzina di Blakpool, in Gran Bretagna e vince la sua prima medaglia d’argento internazionale nella spada a squadre. L’anno successivo si aggiudica la qualificazione alle Paralimpiadi di Atleta 1996 nella scherma e porta a casa ben 4 medaglie: tre argenti nella spada individuale e a squadre e nel fioretto a squadre e un bronzo nel fioretto individuale.

Nel 1998 conquista con la sua squadra la Coppa dei Campioni di Basket in Carrozzina a Battipaglia e ai Mondiali di Scherma in Carrozzina a Euschirchenb, in Germania si aggiudica 3 medaglie: due bronzi nel fioretto sia individuale che a squadre e una medaglia d’argento individuale nella spada. L’anno successivo  un anno ricco di soddisfazioni nella scherma: alla Coppa del Mondo 1999 Andrea Alberto Pellegrini vince la medaglia d’oro nel fioretto individuale. Medaglia che ripete qualche mese dopo, agli Europei di Varsavia, in Polonia 1999, insieme ai due argenti rispettivamente nel fioretto a squadre e nella spada individuale.

Con la Scherma in Carrozzina arriva anche la seconda Paralimpiade, quella di Sydney 2000, dove Andrea conquista due argenti nel fioretto e nella spada individuale e un bronzo nel fioretto a squadre. Nel 2003 vince la Coppa dei Campioni di Basket in Carrozzina a Manchester, Gran Bretagna e vince un’altra medaglia d’oro agli Europei di Basket in Carrozzina a Sassari. Nello stesso anno partecipa agli Europei di Scherma in Carrozzina a Paragi, in Francia: una medaglia d’oro nel fioretto individuale e due argenti rispettivamente nel fioretto e nella sciabola a squadre.

Ma il 2004 è un anno indimenticabile per Andrea Alberto Pellegrini che dopo aver vinto la Coppa del mondo di Scherma in Carrozzina nel fioretto individuale approda alle Paralimpiadi di Atene 2004 e conquista la sua medaglia più bella: la medaglia d’oro nella sciabola individuale. L’anno successivo agli Europei di Scherma in Carrozzina a Madrid, in Spagna conquista due medaglie di bronzo nel fioretto a squadre ed individuale, un argento nella sciabola a squadre e una medaglia d’oro individuale nella sciabola. Infine conquista anche gli Europei di Basket in Carrozzina a Parigi, in Francia 2005.

Nel 2006 partecipa ai Mondiali di Scherma in Carrozzina a Torino e porta a casa altre due medaglie: un argento nella sciabola individuale e uno nel fioretto a squadre. Andrea Alberto Pellegrini vince la Coppa dei Campioni di Basket in Carrozzina a Wetzlar, in Germania 2007 e qualche mese dopo agli Europei di Scherma in Carrozzina a Varsavia, in Polonia conquista un argento individuale ed uno a squadre nel fioretto. Arriva, poi, un’altra medaglia paralimpica: un bronzo alle Paralimpiadi di Pechino 2008 nella sciabola individuale e l’anno successivo agli Europei di Basket in Carrozzina ad Adana, in Turchia conquista l’oro.

Dopo un periodo in cui Andrea vince molto in Italia, decide di dedicarsi solo alla scherma e nel 2014, agli Europei di Strasburgo, in Francia arriva 4° nel fioretto a squadre e 6° nella sciabola individuale. l’anno successivo approda ai Mondiali di Eger, in Ungheria e conquista un 5° posto nella sciabola individuale e una medaglia d’argento nella sciabola a squadre.

Un bottino di medaglie e risultati, quello di Andrea Alberto Pellegrini incredibile, incorniciato da un’altra grandissima soddisfazione: grazie al 5° posto ottenuto alla Europei a Casal Monferrato 2016 si aggiudica il pass per volare ai Giochi Paralimpici di Rio De Janeiro 2016, sognando di replicare la medaglia di Atene 2004.