Alessio Sarri
Scherma in carrozzina

Alessio Sarri è un atleta paralimpico di scherma in carrozzina. Nasce il 06 luglio 1973 a Roma.

Nel 1998 un incidente stradale in moto sconvolge la vita di Alessio Sarri, un gran lavoratore e un giocatore di Basket non ad alti livelli: gli viene diagnosticata la paraplegia e sarà costretto ad usare la carrozzina. Nella clinica dove stava facendo la riabilitazione conosce la scherma in carrozzina e in un batter d’occhio se ne innamora. Nel 2000 infatti inizia ad allenarsi sia nella specialità del fioretto che in quella della sciabola, nella categoria B, e praticamente da subito entra a far parte della società Fiamme Oro e della Nazionale Italiana; da qui i primi risulati.

Già l’anno dopo Alessio partecipa agli Europei di Madrid 2001 conquistando una medaglia di bronzo nel fioretto a squadre (cat.B). Il suo primo esordio individuale avviene alle Paralimpiadi di Atene 2004, dove si classifica al 5° posto nel fioretto, in una gara ricca di tensioni ed emozioni che non gli permettono di mantenere la giusta concentrazione.

Nel 2006 partecipa ai suoi primi mondiali, i Mondiali di Torino 2006 appunto, e conquista un argento nel fioretto a squadre, per proseguire poi con i Mondiali di Parigi 2010, dove si aggiudica il 3° posto, un bronzo, nella specialità della sciabola individuale (cat. B).

Continua così una carriera ricca di vittorie che lo porteranno ad un altro bronzo, il più importante, nella sciabola individuale, alle Paralimpiadi di Londra 2012. Un lungo percorso, quello dell’atleta paralimpico Alessio Sarri, che gli permetterà di arricchire anno per anno il suo medagliere e di avere un ruolo come protagonista nella Coppa del Mondo 2015: vince due ori nelle tappe di Montreal e di Pisa e un bronzo nella tappa di Parigi.

Nel 2015 partecipa anche ai Mondiali di Eger dove viene sconfitto ai quarti di finale dal cinese Hu, ma nonostante tutto mette una seria ipoteca sulle qualificazioni alle Paralimpiadi di Rio 2016.